Come fotografare le vacanze

Come fotografare le vacanze

Come fotografare le vacanze

Come fotografare le vacanze, una guida per le vostre fotografie delle vostre vacanze. La bella stagione, invoglia a realizzare le fotografie di viaggio, indipendentemente da dove andrai, sicuramente vorrai fare le fotografie ai luoghi che visiti.

Un problema molto comune quando facciamo le fotografie in estate è la luce dura del sole, soprattutto nelle ore centrali della giornata. Dove il sole è alto sul cielo e provoca le brutte ombre sul viso… ma vediamo come risolvere i problemi legati all’esposizione.

Come fotografare le vacanze

Una piccola guida che cerca di risolvere i problemi più comuni che possiamo incontrare nella fotografia estiva con la luce dura, che possiamo trovare al mare sulla spiaggia, oppure in alta montagna.

Esposizione nelle ore centrali

Ottenere l’esposizione che desideri nelle ore centrali della giornata, soprattutto in spiaggia è estremamente complesso nella maggior parte dei casi. Infatti, nelle ore centrali abbiamo una luce molto dura ed intensa con colori desaturati e le ombre molto forti e dure.

Le regole e le impostazioni di base dell’esposizione, nelle ore centrali della giornata, rimangono le stesse che in altre situazioni. Ovviamente devi conoscere il triangolo dell’esposizione (ISO-Tempi-Diaframma), le varie modalità di misurazione dell’esposizione (centrale, spot, matrix, valutativa, ecc.), e magari devi saper usare la compensazione dell’esposizione. Non ti scoraggiare, ci sono dei piccoli trucchetti che ti aiuteranno nella scelta corretta dell’esposizione.

Regola Sunny f/16

Regola Sunny f/16

Regola Sunny f/16

vediamo una vecchia regola che si trovava all’interno delle scatole delle pellicole fotografiche, ma ancora valida per le reflex digitali. Questa regola Sunny f/16 cerca di facilitare la scelta del tempo di esposizione corretto in funzione della luce che stiamo vedendo.
La regola dice che, in pieno giorno, con il sole alto nel cielo, ottieni una esposizione perfetta usando queste impostazioni:

apertura f/16 (da cui il nome),
tempo di posa 1/125s,
ISO 100.

Fondamentalmente dice: se aumentiamo gli ISO da 100 a 200 dovremmo anche cambiare i tempi di scatto da 1/100 a 1/200 sec. è una regola che non si adatta perfettamente a tutte le condizioni di inquadratura e di luce, però ci aiuta a fare la giusta scelta.

Vi consiglio di leggere la guida sulla Regola Sunny f/16 



Sovraesponi

La fortissima luminosità che troviamo nelle fotografie scattate nelle ore centrali, può indurre la macchina a sottoesporre, quindi ad ottenere foto troppo scure. Dipende dal tipo di modalità di misurazione dell’esposizione che avete impostato nella reflex, come ad esempio la matrix o la valutativa che considerano l’intera scena o gran parte di essa.

Vediamo come risolvere questo problema: fai una fotografia di prova e, se la trovi troppo scura, usa la compensazione dell’esposizione. Comincia con una compensazione pari a +1/3 e sali di un terzo alla volta, finché le tue foto di prova non sono esposte correttamente. Questa regola vale se usi i modi di scatto a priorità di apertura, a priorità di tempi, o manuale. Aiutati anche con l’istogramma, lo devi fare spostare a destra fino a che non tocca il margine. Meglio avere una fotografia più chiara piuttosto che troppo scura.

Flash di riempimento

Un importante aiuto nelle fotografie con la luce molto dura è l’uso del flash. Vediamo come si usa la tecnica del flash di riempimento (fill-in flash, in inglese) consiste nell’usare il flash non come fonte principale di illuminazione, ma per schiarire zone in ombra del soggetto principale.

la luce alta del sole come in spiaggia, genera delle ombre molto scure e dure, soprattutto sul viso ed intorno agli occhi. Se il tuo soggetto, in parte o interamente, è coperto da queste ombre, risulta sicuramente meno bello da guardare, o addirittura illeggibile.

Il flash di riempimento serve proprio per schiarire queste ombre. La cosa buona è che in molti casi puoi usare il flash incorporato nella fotocamera a questo scopo soprattutto se sei vicino al soggetto.

L’esecuzione è piuttosto semplice. Metti il flash in automatico e scatta una foto al tuo soggetto. Probabilmente il primo tentativo avrà l’esposizione sbagliata, ma non è detto, se è troppo scura o troppo chiara, usa la compensazione dell’esposizione del flash con piccoli incrementi o decrementi fino a che non ottieni l’equilibrio corretto.

Ovviamente, questa tecnica funziona con il soggetto vicino a te. Già ad un paio di metri l’efficacia del flash di riempimento potrebbe essere annullata. Dovresti usare un flash esterno, che ovviamente ha una potenza più alta e possiamo usare il sistema di misurazione TTL sicuramente migliore, di quello interno della vostra reflex.

HDR

Un altra tecnica che possiamo usare per fotografare soprattutto i paesaggi è la tecnica dell’HDR; questa tecnica si applica soprattutto alle fotografie ad alto contrasto. Con questa tecnica puoi recuperare il dettaglio nelle ombre, però devi scattare almeno tre foto con esposizione diversa; quindi non è adatta per soggetti in movimento e ritratti.

Per saperne di più su questa tecnica puoi leggere la guida: Come realizzare foto in HDR.

Ritratti al mare

Vediamo come realizzare i ritratti nelle ore centrali della giornata, magari in riva al mare. Per ottenere dei bei ritratti, oltre a tutto quello che ho già detto e magari unito ad una buona composizione fotografica, ricordatevi di questi questi suggerimenti:

  • usa la misurazione spot ed esponi per la pelle,
  • usa fill flash o riflettori per eliminare ombre antiestetiche sui volti (come ho scritto sopra),
  • evita che i soggetti guardino direttamente verso il sole, per ridurre lo “strizzamento” d’occhi,
  • diffondi la luce o fai stare in ombra il soggetto, magari fotografando sotto un ombrellone o facendo indossare al
  • soggetto un cappello ampio, in questo caso usa un flash separato,
  • se il soggetto indossa occhiali da sole, fai attenzione al tuo riflesso sulle lenti, magari suggerisci di toglierli,
  • se puoi, aspetta il tramonto, aspetta la golden hour.

Attrezzatura necessaria

  1. Reflex, tipo: Nikon completa di obbiettivo circa 660€, Canon completa di obbiettivo circa 660€, Pentax completa di obbiettivo circa 550€, Sony completa di obbiettivo circa 600€, in modo da avere la possibilità di regolare i vari parametri in manuale ed avere il pieno controllo.
  2. Treppiede, robusto ma leggero, tipo il Manfrotto con testa ibrida, al costo di circa 60€;
  3. Una batteria di riserva per la vostra reflex;
  4. Telecomando per scatto remoto, serve per evitare il micromosso;




Potrebbe interessarti leggere anche:

fotografare in viaggio

fotografare in viaggio

fotografare in viaggio Fotografare in viaggio è una guida per il fotografo che ama viaggiare, ma che magari è alle ...
Leggi Tutto
Effetto Orton: risultato finale

Effetto Orton

Effetto Orton L'Effetto Orton, prende il nome dal fotografo Michael Orton, che alla fine degli anni ’80 aveva iniziato a ...
Leggi Tutto