fotografare in viaggio

fotografare in viaggio

fotografare in viaggio

Fotografare in viaggio è una guida per il fotografo che ama viaggiare, ma che magari è alle prime armi… Ogni momento è buono per scattare le fotografie e catturare il ricordo del vostro viaggio.
Vi propongo 10 consigli per fotografare in viaggio che, se seguiti, possono fare la differenza.
Questa guida è dedicata a chi vuole fare belle foto durante i viaggi, ma vuoi per la fretta, o per poca esperienza vuole solo premere il pulsante di scatto senza pensare troppo e senza approfondire tutti gli aspetti della fotografia. Ricordatevi che le belle fotografie non sono dovute al caso a ad un colpo di fortuna, quest’ultima va aiutata… ma soprattutto le belle fotografie sono state realizzate con molta conoscenza tecnica e con molto sacrificio, magari alzandoci presto la mattina o fare le nottate….



1) L’organizzazione:

Quando partiamo per un viaggio è buona regola documentarsi sul luogo che andremo a visitare, conviene acquistare delle guide o qualcosa di simile per assicurarti di comprendere innanzi tutto le leggi e i divieti del posto, ti serviranno anche per pianificare meglio il tuo viaggio fotografico è indispensabile avere un piano sui luoghi da visitare e quando visitarli! Fatti degli appunti e prendi le coordinate del luogo segnandoti anche quale orario di visita. Non ti scordare di portarti un navigatore GPS, in alcuni casi non è presente la copertura GSM, non affidiamoci al solo cellulare. In alternativa al GPS, consiglio di utilizzare delle mappe cartacee come mappe kompass.

2) Cosa portare:

fotografare in viaggio

fotografare in viaggio

Fotografare in viaggio non è sempre cosa facile. Pesanti zaini, con cavalletto al seguito, ecc… quando stiamo organizziamo un uscita fotografica è abitudine portarsi dietro tutta l’attrezzatura. Però molto spesso dobbiamo scegliere cosa portare, nei viaggi non è sempre possibile portare tutta l’attrezzatura. Considerate il peso dello zaino, con tutti gli obbiettivi, il cavalletto, ecc. Pensa bene cosa portarti dietro, se hai una lente tutto fare (18-200mm oppure 24-105mm) anche se non è il massimo come luminosità, conviene portare quella, in modo da essere più leggeri e stancarsi meno. valuta anche cosa andrai a fotografare in modo da scegliere la focale più corretta. Se devi fare fotografie di paesaggio portati dietro un grandangolare 20mm oppure 24mm, se invece fai della fotografia di ritratto o architettura portati dietro il 50mm ed il 105mm. valuta con molta attenzione cosa andrai a fotografare in modo da portarti dietro solo il necessario. Non dimenticare un piccolo cavalletto, è indispensabile per evitare il mosso e per fare le fotografie in notturna.

3) Non serve scattare mille foto:

Usa il buon senso prediligi la qualità e non quantità! Anche se usi una reflex digitale non riempire la scheda di memoria di fotografie che poi non rivedrai… quindi non fare troppi scatti dello stesso soggetto, ricordati i vecchi tempi della pellicola… Non serve scattare, a tutto quello che si vede, ma anzi cerca punti di vista insoliti o soggetti curiosi, cerca di darti un tema e seguire un progetto fotografico, cerca di realizzare tre fotografie legate fra loro che abbiano qualcosa da raccontare.

4) La composizione fotografica:

fotografare in viaggio

fotografare in viaggio

La composizione fotografica è fondamentale per una buona fotografia, cerca di rispettare la regola dei terzi. Ricordati la fretta è una cattiva consigliera… non commettere l’errore del principiante con l’orizzonte torto, è vero che è possibile raddrizzare l’orizzonte in post produzione, ma cerchiamo di fare la fotografia già buona. Non tagliamo piedi e braccia, e magari non mettiamo il nostro soggetto al centro della fotografia, cura lo sfondo, cercando di non includere soggetti estranei ecc. Non esiste una vera soluzione per risolvere questi problemi se non l’esercizio e la pratica, magari le prime volte potete scattare in automatico (funzione P), in modo da dedicarvi il più possibile alla composizione fotografica piuttosto che a tempi e diaframma.

5) Usa il buon senso:

Il buon senso andrebbe sempre usato, ed il rispetto degli altri è fondamentale soprattutto se sei in un paese estero è importante rispettare e comportarsi educatamente con tutti, soprattutto se sei un amante della fotografia di strada o street photografy. Ricordati che essere fotografati da sconosciuti non a tutti piace. A te piacerebbe? Cerca di instaurare un dialogo con l’interessato e magari chiedere gentilmente se si può far fare due fotografie. Magari è proprio lui che sa suggerirti le pose migliori. Ricordati che è vietato fotografare i militari e la polizia. Assicurati di poter fare le fotografie soprattutto all’interno di chiese e palazzi, molte volte non è possibile.

6) Scatta sempre in RAW

Il formato RAW, ti permette di avere una maggiore flessibilità nella post produzione, recuperando dettagli che altrimenti andrebbero persi. Ovviamente non è un obbligatorio, scattare in RAW, specie se non ti piace poi smanettare con i programmi di fotoritocco. Un file RAW è un file grezzo nel quale vengono immagazzinate più informazioni possibili e questo è un ottimo vantaggio quando vorrai recuperare difetti o modificare le tue immagini. Inoltre, assicurati di scattare alla massima risoluzione, così da avere degli ottimi file per la stampa finale.



7) Punti di vista insoliti:

fotografare in viaggio

fotografare in viaggio

Cerca di trovare punti di vista differenti dalle classiche cartoline che trovi in vendita. La foto da cartolina ormai non va più sono fotografie viste e riviste, quindi cerca sempre un inquadratura diversa, magari dall’alto oppure dal basso, includi un soggetto in primo piano, tipo una statua, un fiore, un vaso ornamentale, ecc. Cerca di raccontare un viaggio e non solo un paesaggio.

8) Usa la luce:

Fotografare in viaggio, molto spesso si traduce a scattare fotografie nelle ore dove la luce è dura e perpendicolare. la luce migliore si ha la mattina presto e verso il tramonto, ma purtroppo a volte dobbiamo accontentarci. Cerca di sfruttare a tuo vantaggio la luce dura, magari utilizzandola per enfatizzare i colori (saranno molto più saturi), oppure, per giocare con luci ed ombre. Oppure sperimenta la tecnica dell’HDR, questa tecnica è utilizzata proprio con la luce dura, quindi sfruttala al meglio per le fotografie scattate nelle ore centrali della giornata.

9) Scegli le foto migliori:

fotografare in viaggio

fotografare in viaggio

Quando torni al tuo alloggio, dai un occhiata alle fotografie appena scattate e cancella le fotografie peggiori, lascia solo le migliori e magari trovi dei difetti nei tuoi scatti, e magari ti puoi dare una nuova opportunità per il giorno dopo… Organizza le fotografie, in cartelle segnandoti il luogo dove le hai fatte. Quando tornerai a casa ti sarà più facile rivivere i momenti della vacanza.

10) Crea una presentazione:

Ci sono molti programmi che ti danno la possibilità di realizzare una presentazione fotografia, uno dei migliori è Lightroom, con questo programma puoi organizzare e creare delle bellissime raccolte con tutte le fotografie che hai scattato. Se hai un MAC puoi usare il programma iMovie, potentissimo e facile da usare.
 

Attrezzatura necessaria

  1. Reflex, tipo: Nikon completa di obbiettivo circa 660€, Canon completa di obbiettivo circa 660€, Pentax completa di obbiettivo circa 550€, Sony completa di obbiettivo circa 600€, in modo da avere la possibilità di regolare i vari parametri in manuale ed avere il pieno controllo.
  2. Treppiede, robusto ma leggero, tipo il Manfrotto con testa ibrida, al costo di circa 60€;
  3. Una batteria di riserva per la vostra reflex;
  4. Telecomando per scatto remoto, serve per evitare il micromosso e per le fotografie in notturna;
  5. Filtri ND, il mercato offre una grande scelta da pochi euro come XCSOURCE® Densità Neutra (ND) a circa 11€ a quelli più performanti HAIDA – Filtro neutro Slim PRO II MC ND1000 a circa 54€, oppure di livello ancora più alto i NiSi Filtro ND Densità Neutra ND1000 a circa 144€, la differenza è nella qualità fotografica, quelli economici hanno alcune aberrazioni cromatiche, mentre quelli costosi ne sono privi. 
  6. Filtro polarizzatore, anche in questo caso il mercato offre una vasta scelta da quelli molto economici tipo quelli della Polaroid FCP Filtro Polarizzatore Circolare a circa 11€, personalmente vi consiglio di usare i filtri Hoya HD Filtro Polarizzatore Circolare a circa 80€ un buon compromesso.
  7. Zaino fotografico per contenere la tua attrezzatura ti consiglio il Cullmann Panama Backpack 200 Backpack a circa 27€, costa molto poco ed è abbastanza capiente.

 



Potrebbe interessarti leggere anche:

fotografare in viaggio

fotografare in viaggio

fotografare in viaggio Fotografare in viaggio è una guida per il fotografo che ama viaggiare, ma che magari è alle ...
Leggi Tutto
Effetto Orton: risultato finale

Effetto Orton

Effetto Orton L'Effetto Orton, prende il nome dal fotografo Michael Orton, che alla fine degli anni ’80 aveva iniziato a ...
Leggi Tutto