L’erba della tenera follia

Autore: Massimo Bartalucci

L'erba della tenera follia

L’erba della tenera follia

L’erba della tenera follia è il romanzo d’esordio di Massimo Bartalucci, nato l’11 novembre del 1964 a Firenze, dove vive attualmente. Lavora nel campo della moda, ha diretto associazioni no profit ed attualmente è membro del Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani.

L’erba della tenera follia è un romanzo di una storia intensa, profonda, che narra la vicenda di due persone all’apparenza agli antipodi: un uomo con un’esistenza ordinaria, calato nella società come tanti altri, impossibilitato dalle convenzioni sociali e dal modo in cui è cresciuto ad uscire dai ranghi e da uno schema di ragionamento, dall’altro lei, una ragazza dalle gravi turbe psichiche.

Un giorno si incontrano e succede qualcosa che cambierà il corso dell’esistenza di entrambi.

Marco ha sempre condotto un’esistenza abbastanza ordinaria: cresciuto in una famiglia che non l’ha mai incoraggiato, segnato dalle critiche eccessive di una madre troppo apprensiva, è sempre stato ben attento a non eccedere mai in comportamenti che potessero mettere in pericolo la sua incolumità fisica e mentale; finché un giorno non trova uno strano messaggio minatorio sulla sua segreteria telefonica. Cosa può volere un maniaco persecutore da un tranquillo professore di liceo?

Intanto, durante una mostra d’arte di una sua amica, conosce Laura, una ragazza decisamente fuori dal comune. Affetta da disturbi ossessivo compulsivi, nasconde un passato oscuro alle spalle, che come un’ombra incombe sul suo fragile equilibrio emotivo. Allo stesso tempo, però, ha anche lo straordinario potere di donare serenità a chiunque incontri. Questo e la sua tenera follia colpiscono n da subito Marco, che ben presto se ne innamora e decide di prendersene cura. Eppure c’è qualcosa di lei che ancora gli sfugge, qualcosa che non riesce ad afferrare perché in un attimo vola via, come un biglietto di carta trasportato dal vento.