Realizzare un time-lapse con una gopro

Guida valida per tutte le action cam

gopro

gopro

In questo tutorial, vediamo come possiamo realizzare un time-lapse con una Gopro Hero. Questa guida è valida anche per altri modelli che non sono Gopro, ma ovviamente il menù di navigazione della macchina fotografica sarà diverso. Se dovete ancora acquistare una action cam potete trovare le migliori offerte.

Realizzare un time-lapse con una gopro, richiede tempo e molta pazienza, non scoraggiatevi se i primi tentativi non vanno a buon fine. Fissiamo la nostra Gopro ad un supporto, tipo il tripod qui trovate una vasta scelta, oppure un supporto a ventosa per superfici lisce come il vetro della vostra auto. Se invece state cercando un prodotto professionale e più solido vi consiglio il GorillaPod, oppure un mini cavalletto come il Manfrotto MTPIXI-B. I modelli precedentemente descritti sono piccoli leggeri e davvero utilissimi, non possono mancare nella vostra borsa fotografica.

gorillapod

gorillapod

Una volta scelto il supporto più adatto per fissare la nostra Gopro, utilizzando anche dei cavetti in acciaio per una sicurezza aggiuntiva. Scegliamo l’inquadratura solo dopo avere fissato saldamente la nostra Gopro. La macchina fotografia è molto robusta e compatta ed è dotata di un enormità di accessori per ogni occasione e per ogni supporto.

Scegliamo la scena da riprendere, un tramonto, un alba, un corso d’acqua, sopra ad un cavalcavia, il limite è la vostra fantasia.

Considerazioni su come realizzare un time-lapse con una gopro:

La Gopro, come la maggior parte delle action cam, hanno un obbiettivo fisheye, un grandangolare spinto con una visione di circa 170°. Se il grandangolare, da una parte ci aiuta a riprendere l’intera scena, dall’altra ha una distorsione ai bordi, tipica di questi obbiettivi. Quindi prestiamo attenzione a dove la poniamo, un soggetto molto vicino alla macchina fotografica avrà la tipica forma a barilotto.

Un altra considerazione da tenere presente è l’ottica fissa, non possiamo variare la lunghezza focale, quindi non possiamo avvicinarsi al soggetto stando lontani, ma dobbiamo posizionare la nostra Gopro vicina al soggetto, ma non troppo per non ricadere nella distorsione.



Scegliamo correttamente il metodo di misurazione della luce:

La Gopro ci propone due sistemi Spot (STP) e Centrale (CNT), vediamo quando usare un tipo piuttosto che l’altro. La misurazione Spot è indicata se abbiamo molta differenza di luce fra un soggetto e l’altro, un esempio è la finestra di casa, l’interno dell’auto. La misurazione Centrale, invece considera l’intero fotogramma, facendo una media fra le varie zone più chiare e più scure, da usare per un paesaggio. Attenzione la Gopro non dispone di un sistema di scelta manuale dei vari parametri, quindi in alcuni casi l’esposimetri ci gioca brutti scherzi.

Come realizzare un time-lapse con una gopro impostazioni:

Cambiamo l’intervallo di scatto entriamo nel menù: premete il tasto POWER/MODE fino a che non vedete l’icona “SET”; premete il pulsante di SCATTO per entrare. Una volta dentro tramite il tasto POWER/MODE potrete navigare nel menù.
Scorrete fino ad vedere “P2” sul display, e tramite il pulsante SCATTO potrete scegliere tra:
P2= una foto ogni 2 secondi / P5= una foto ogni 5 secondi / P10= una foto ogni 10 secondi / P30= una foto ogni 30 secondi / P60= una foto ogni 60 secondi
Premete il pulsante POWER/MODE per confermare la scelta.
Ovviamente siamo limitati nella scelta dei tempi, non stiamo usando una reflex tipo Nikon … Calcolate quindi quanto volete che duri il vostro video time-lapse, e in base a quello scegliete il timing.

Durata della batteria e modulo di ricarica:

Batteria aggiuntiva gopro

Batteria aggiuntiva gopro, costa circa 25€

La batteria normalmente dovrebbe garantire circa 2/2,5 ore di scatti, la soluzione nel caso in cui aveste bisogno di più tempo è acquistare il modulo batteria aggiuntivo (ma dovrete rinunciare al display) ad un costo di circa 25€, oppure collegare la Gopro ad una presa di alimentazione Usb.

powerbank

powerbank, costa circa 12€

Attenzione: se utilizzate un alimentazione esterna accertatevi che la batteria sia GIA’ CARICA, così che l’alimentazione serva solo da mantenimento. Se infatti collegate la Gopro scarica all’alimentazione esterna, il rischio è che scaldi troppo perché il sistema interno cercherà nel contempo anche di caricarvi la batteria. Se accade il surriscaldamento, la vostra Gopro si spegnerà per mettersi in sicurezza.

frame gopro

frame gopro, costa circa 10€

Vi consiglio di comprare un Frame, lo trovate ad un costo di circa 10€, è una cornice che permette di fissare la vostra gopro su un supporto. Come quella che vedete in foto. La cornice vi permetterà di raffreddare maggiormente la macchina fotografia.

Utilizzo della memoria:

MicroSDHC da 32GB

MicroSDHC da 32GB costa circa 20€

Per fare time-lapse avrete bisogno di una memory card capiente tipo la microSDHC, 32GB, Classe 10 U3 con una velocità di lettura/scrittura fino a 90/60 MB/s per l’archiviazione ed il trasferimento di file più veloce. Le  fotografie saranno registrate al massimo a 1920×1080, una dimensione che vi permetterà di fare un video in time-lapse in formato HD ma ovviamente saranno molte quindi si parla di diversi Gigabyte occupati.

Gopro Studio:

Una volta che siete tornati a casa vi consiglio di montare le vostre fotografie con il programma gratuito in dotazione con la Gopro.




Potrebbe interessarti leggere anche:

fotografare in viaggio

fotografare in viaggio

fotografare in viaggio Fotografare in viaggio è una guida per il fotografo che ama viaggiare, ma che magari è alle ...
Leggi Tutto
Effetto Orton: risultato finale

Effetto Orton

Effetto Orton L'Effetto Orton, prende il nome dal fotografo Michael Orton, che alla fine degli anni ’80 aveva iniziato a ...
Leggi Tutto
Posted in: Guide.
Last Modified: luglio 13, 2017